MAPPATURA DELLE PATTUGLIE DELLA POLIZIA IN CITTA’

La sicurezza cittadina va recuperata in tempi brevi. Ci vuole un piano affinché Padova torni ad essere una città in cui non si ha paura a camminare per strada anche alla sera, o di abbassare una serranda se c’è buio perchè si rischiano aggressioni. Un clima di reale sicurezza, Padova ha bisogno di questo. Io un piano ce l’ho, e corrisponde ad un’azione del mio programma elettorale.

Propongo che Comune e Prefettura si siedano a tavolino e lavorino ad una mappatura delle pattuglie di polizia dislocate in tutta la città, a cui deve seguire un piano di coordinamento delle pattuglie stesse. Tutti siamo d’accordo sul fatto che ci sono zone più o meno pericolose. Ma siamo altrettanto d’accordo sul fatto che non c’è una zona più degna di un’altra di essere tutelata e messa in sicurezza. Ecco perchè ci vuole un coordinamento delle pattuglie: il controllo da parte delle forze dell’ordine deve essere distribuito in modo omogeneo, in modo che tutti i quartieri di Padova siano coperti. La presenza delle pattuglie va vista come un disincentivo alla delinquenza, non come strumento di controllo. Sorvegliare e tutelare non significa controllare, ma prendersi cura di tutti i padovani. Forte di questa convinzione, punto anche ad una de-fiscalizzazione sui sistemi di sorveglianza, in modo da renderne sostenibile l’acquisto.  

 

Vuoi rimanere aggiornato?

Condividi questo contenuto...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest